gp_logo_small.gif SENSeOR S.A. (Francia)
axu_rotante
Sensori di temperatura passivi wireless e batteryless, senza necessita' di alimentazione elettrica.

Una straordinaria innovazione permette di effettuare misure di temperatura su sensori remoti, senza fili di collegamento per il segnale, senza fili di collegamento per l'alimentazione del sensore, senza batterie per i sensori. Impiegano una tecnologia proprietaria di SENSeOR, basata sulla piezoelettricita' inversa.

La produzione di serie prevede diversi modelli di sensori in contenitori metallici, con attacco planare oppure con gambo filettato, oppure su circuito stampato che comprende un'antenna planare metallica. Per quantitativi elevati sono fornibili anche i soli chip dei sensori, che verranno saldati dal Cliente ad un'antenna e fissati opportunamente, previa opportuna consulenza.

Le letture delle temperature vengono effettuate mediante un interrogatore a radiofrequenza a circa 433 MHz situato nelle vicinanze. La lettura è possibile anche in presenza di campi magnetici e disturbi elettromagnetici. Si possono effettuare fino a 10 letture al secondo. A seconda delle situazioni e degli eventuali ostacoli frapposti tra sensore e interrogatore, la lettura può essere effettuata entro pochi metri. Il dispositivo di interrogazione può essere portatile o stazionario, deve essere alimentato elettricamente e puo' comunicare col mondo esterno via cavo con diversi protocolli di comunicazione, per esempio tramite una seriale RS232 con CANBUS oppure tramite un cavo USB.

La durata prevista di questi sensori wireless e batteryless e' molto elevata, di certo superiore ai 20 anni.

Data l'assenza di collegamenti, i sensori possono essere collocati anche su parti in movimento, come ad esempio su rotori di generatori elettrici, all'interno di pneumatici da competizione, su parti di macchine in rapido movimento, anche in condizioni estreme. Un'applicazione standard, gia' utilizzata su migliaia di motori endotermici, che dimostra le grandi prestazioni dei SENSeOR, e' la misura della temperatura delle teste delle bielle, nel punto vicino al cuscinetto, durante il normale funzionamento del motore. Questa misura e' importante sui motori per cogeneratori, motori industriali e motori per impiego navale. I segnali provenienti da piu' sensori senza fili sulle bielle di un motore pluricilindrico vengono multiplexati e gestiti da un solo interrogatore.

Le dimensioni sono minime, il sensore di temperatura vero e proprio misura 5 x 5 x 1,5 mm; il peso e' molto ridotto. Il livello di affidabilita' e' notevole, data la semplicita' costruttiva, l'assenza di cavi e di batterie, e la resistenza a temperature elevate. Il sensore non contiene circuiti elettronici classici e non e' realizzato in silicio ma in quarzo. Per sistemi che chiedono ancora maggior affidabilita' e' possibile applicare due sistemi ridondanti, che lavorano in parallelo. Al sensore deve essere collegata una piccola antenna a radiofrequenza. Per applicazioni particolari, come le bielle o i rotori dei generatori elettrici, l'antenna viene studiata per la specifica applicazione, altrimenti si utilizzano normali antenne di commercio. Se il sensore si trova a temperatura non sopportabile dall'antenna, e' possibile collegare il sensore all'antenna con un pezzo di filo, collocando quindi l'antenna in posizione meno critica termicamente. Le antenne possono anche essere realizzate su circuito stampato, oppure in materiali pieghevoli.

Gli stessi sensori non alimentati - con un incapsulamento speciale - possono essere utilizzati in biomedicina per misurare temperature all'interno o all'esterno del corpo umano o di animali.

I sensori standard permettono di misurare temperature da -15°C a +165°C con una precisione di +/- 2°C. Limitando la gamma di misura delle temperature, si possono ottenere risultati ancora piu' precisi, nell'ordine del decimo di grado centigrado. Nei prossimi mesi verranno prodotti sensori che permetteranno di raggiungere temperature piu' elevate, in una prima fase fino a 250°C, e nei prossimi anni fino a 600°C. Per quantitativi e' possibile fornire sensori per basse temperature, anche a temperature criogeniche fino a -196°C.

Questa tecnologia applicata ai sensori senza fili contribuisce - anche se di poco in termini assoluti - a ridurre i consumi elettrici e ad aumentare l'efficienza energetica e l'affidabilita'.

SENSeOR_SA-D003.JPG SA-D003 - Sensore di temperatura con antenna planare integrata, che non richiede alimentazione elettrica, temperatura di misura -15.....+165°C; a richiesta fino a 200°C e con range di temperatura ridotto e precisione maggiore. Questo modello e' particolarmente adatto a misurare la temperatura di superfici piane, come ad esempio gli interruttori a media tensione.
 
SED-100 - Sensore di temperatura passivo wireless che non richiede alimentazione, temperatura di misura -15.....+165°C; a richoesta e con range di temperatura ridotto e precisione maggiore. L'antenna ha un connettore standard e puo' essere sostituita con altri modelli piu' lunghi o piu' corti, o di forma diversa, anche con un filo di prolunga. SENSeOR_SED-100.JPG
 
senseor_chip_euro.jpg Sensori su chip - di solito non vengono venduti singolarmente ma solo in seguito a progetto con impegno di fornitura per quantita'. Il sensore in basso e' un sensore di stress che viene impiegato su prodotti SENSeOR per misure diverse dalla temperatura.
 
Sono in vendita diversi tipi di kit dimostrativi, contenenti il necessario per effettuare diverse prove con questa tecnologia. Insieme alla fornitura dei kit e' prevista anche - con sovrapprezzo - la fornitura di consulenza applicativa specializzata.

 

SENSeOR_suitcase.jpg
 
SENSeOR_kit

Le vendite si effettuano solo con pagamento all'ordine. Il prezzo comprende anche una parte di consulenza, molto variabile a seconda delle applicazioni. Il termine di consegna e' mediamente di 8 settimane.

Per informazioni sul produttore: www.senseor.com

 

 




Questo sito utilizza cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro utilizzo. Informativa estesaAccetto