sensori wireless batteryless SENSeOR

  •  

     

    gp_logo_small.gif SENSeOR S.A. (Francia)
    axu_rotante
    Sensori di temperatura passivi wireless e batteryless, senza necessita di alimentazione elettrica, per impieghi in elettrotecnica.

    Una straordinaria innovazione permette di effettuare misure di temperatura su sensori remoti, senza fili di collegamento per il segnale, senza fili di collegamento per l'alimentazione del sensore, senza batterie per i sensori. Impiegano una tecnologia proprietaria di SENSeOR, basata sulla piezoelettricità inversa.

    Le letture delle temperature vengono effettuate mediante un interrogatore a radiofrequenza a circa 433 MHz situato nelle vicinanze. La lettura è possibile anche in presenza di campi magnetici e disturbi elettromagnetici. Si possono effettuare fino a 10 letture al secondo. A seconda delle situazioni e degli eventuali ostacoli frapposti tra sensore e interrogatore, la lettura può essere effettuata entro pochi metri. Il dispositivo di interrogazione può essere portatile o stazionario, deve essere alimentato elettricamente e puo' comunicare col mondo esterno via cavo con diversi protocolli di comunicazione, per esempio tramite una seriale RS232 con CANBUS oppure tramite un cavo USB.

    La durata prevista di questi sensori wireless e batteryless e' molto elevata, di certo superiore ai 20 anni.

    Un'applicazione standard, gia' utilizzata su migliaia di motori endotermici, che dimostra le grandi prestazioni dei SENSeOR, è la misura della temperatura delle teste delle bielle, nel punto vicino al cuscinetto, durante il normale funzionamento del motore. Questa misura è' importante sui motori per cogeneratori, motori industriali e motori per impiego navale. I segnali provenienti da più sensori senza fili sulle bielle di un motore pluricilindrico vengono multiplexati e gestiti da un solo interrogatore.

    Le dimensioni sono minime, il sensore di temperatura vero e proprio misura 5 x 5 x 1,5 mm; il peso è molto ridotto. Il livello di affidabilità è notevole, data la semplicità costruttiva, l'assenza di cavi e di batterie, e la resistenza a temperature elevate. Il sensore non contiene circuiti elettronici classici e non è realizzato in silicio ma in quarzo.

    Questa tecnologia applicata ai sensori senza fili contribuisce - anche se di poco in termini assoluti - a ridurre i consumi elettrici e ad aumentare l'efficienza energetica e l'affidabilità.

     

    Per altre informazioni contattare info@axu.it precisando i riferimenti aziendali del richiedente

     

     




Questo sito utilizza cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro utilizzo. Informativa estesaAccetto